I BISOGNI EDUCATIVI SPECIALI

L’area dello  svantaggio scolastico, cioè degli alunni che richiedono una speciale attenzione, per ragioni molteplici ed eterogenee, è in costante aumento; essa ricomprende problematiche diverse e viene definita come area dei Bisogni Educativi Speciali (BES). Vi sono comprese tre grandi sotto-categorie:

1. disabilità certificata ai sensi della L. 104/92. Solo in questo caso è prevista la presenza del docente di sostegno per un numero di ore commisurato al bisogno.

2. disturbi evolutivi specifici che comprendono: i Disturbi Specifici dell'Apprendimento (DSA), diagnosticati ai sensi della L. 170/10, i deficit del linguaggio, delle abilità non verbali, della coordinazione motoria, dell'attenzione e dell'iperattività (ADHD). Per gli alunni con DSA è obbligatorio il ricorso ad un Piano Didattico Personalizzato (PDP) e l’utilizzo di strumenti compensativi e di misure dispensative che possano garantire il successo scolastico degli allievi.

3. svantaggio socioeconomico, linguistico o culturale: non si è in presenza di una problematica certificata o diagnosticata ai sensi di una norma primaria e specifica di riferimento, ma si rileva un bisogno educativo speciale. Si tratta ad esempio degli alunni di recente immigrazione, oppure di allievi che si trovano in una situazione sociale, economica o culturale difficile.

I Bisogni Educativi Speciali, dunque, possono essere molteplici e le misure previste nelle specificità delle situazioni sono riconducibili alle peculiari disposizioni normative.

 

Il Programma Camaleonte è quindi dedicato all’accompagnamento scolastico di ragazzi DSA e BES, offrendo un servizio dinamico, capace di adattarsi alle peculiarità di ciascun ragazzo e di personalizzare le modalità d’intervento a seconda delle esigenze del territorio in cui opera, mantenendo sempre alta l’attenzione sulla qualità professionale.